«Che alcuno non se parta della terra d’Arquata e suo contado con animo de non ritornare a detta terra»

Seguici
TOP
Image Alt

Forca di Presta

Il valico appenninico di Forca di Presta sorge a 1.550 m s.l.m. ai piedi del Monte Vettore e divide il confine marchigiano da quello umbro. La zona, di eccezionale valore ambientale, merita di essere visitata sia nel periodo estivo, quando da giugno a settembre è meta di deltaplanisti provenienti da tutta Europa nonché punto di partenza per escursioni sulla catena dei Monti Sibillini, che in quello invernale, che vede principe delle distese innevate lo sci di fondo .

Finanziato dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, di recente è stato costruito un sentiero accessibile anche a persone con difficoltà motorie, denominato “Sentiero per tutti: il percorso termina in un “belvedere”, dal quale è possibile osservare in tutta la loro magnificenza i Monti della Laga , nonché i paesi di Arquata del Tronto e Spelonga, con tanto di descrizione delle località che si offrono alla vista.

Negli anni sessanta, grazie al contributo di alcuni alpini ascolani, fu costruito qui a Forca di Presta il rifugio Giovanni Giacomini, punto di partenza ed arrivo, oltre che delle infinite escursioni per i Sibillini, di una gara di corsa chiamata “Da rifugio a rifugio”: ben 19,7 km caratterizzati da scenari mozzafiato.

Distante solo pochi minuti da Forca di Presta sorge Castelluccio di Norcia, località rinomata per le lenticchie e gli stupendi colori che il Pian Grande regala nei mesi della fioritura. Qui avrete la possibilità di praticare sport quali volo libero, mountain-bike, orienteering, equitazione e tiro con l’arco.

Guarda la Galleria Fotografica del “Sentiero per tutti” di Forca di Presta!

 

                            vettoreforcadipresta.jpg

 

Proponiamo di seguito il servizio del TG3 Itinerante andato in onda il 21/03/2015:

PRIMA PARTE:

http://www.youtube.com/watch?v=UWzLn83StJs

SECONDA PARTE: